Tutte le News della casa di cura San Domenico

Tutto quello che c'è da sapere

Centro Disturbi della Memoria

La Malattia di Alzheimer è un disordine neuro-degenerativo caratterizzato da un progressivo declino delle funzioni cognitive che oggi colpisce oltre 600.000 persone nel nostro paese. I sintomi d’esordio, nella maggioranza dei casi, sono costituiti da deficit della memoria recente. Nel tempo, i disturbi tendono a peggiorare, compaiono difficoltà nell’orientamento spazio-temporale, nelle abilità visuo-spaziali, nelle capacità di pianificazione, di ragionamento e nel linguaggio.

Spesso si manifestano anche sintomi non cognitivi che riguardano la sfera della personalità, dell’affettività, dell’ideazione e del comportamento come la depressione, l’apatia, l’irritabilità, l’agitazione, l’aggressività, la disinibizione, i disturbi dell’alimentazione, le allucinazioni e i deliri. Progressivamente la patologia determina a una graduale e irreversibile perdita delle autonomie nello svolgimento delle normali attività della vita quotidiana che rende necessaria una sempre maggiore supervisione e assistenza da parte dei familiari.

La visita specialistica neurologica è il primo passo per l’inquadramento clinico dei disturbi cognitivi. La raccolta dell’anamnesi e l’esame obiettivo hanno un ruolo fondamentale per escludere o confermare un sospetto diagnostico.

La valutazione neuropsicologica e funzionale è costituita da una batteria di test standardizzati che indagano i livelli di autonomia del paziente, la memoria e le altre funzioni cognitive. I punteggi ottenuti ai test vengono confrontati con quelli della popolazione sana al fine di definire il deficit cognitivo e quantificare l’entità dello stesso.

Il training cognitivo è un insieme di esercizi guidati consistente nello svolgimento di compiti standard ideati per funzioni cognitive specifiche che può essere svolto in sessioni individuali o di gruppo. Il training ha lo scopo di migliorare le prestazioni cognitive, mantenere i livelli di autonomia, contenere alcuni disturbi comportamentali e migliorare la qualità della vita di pazienti e familiari.

Cosa si può fare

Dal momento che la malattia di Alzheimer è caratterizzata da un esordio solitamente subdolo e insidioso, caratterizzato da deficit cognitivi sfumati e difficilmente identificabili, solo il riconoscimento e l’inquadramento precoce dei sintomi attraverso una Visita Specialistica Neurologica e una Valutazione Neuropsicologica e Funzionale dedicate, consentono una diagnosi accurata e l’accesso a trattamenti farmacologici e neuropsicologici tempestivi.

CASA DI CURA SAN DOMENICO

Dal lunedì al venerdì ore 08:00 - 12:30 / 15:30 - 18:30
Sabato: ore 08:00 - 12:30

06.44.230.851

info@sandomeniconline.it

Piazza Sassari, 5, 00161 Roma RM

PRENOTA UNA VISITA 

Chiama secondo i seguenti orari:
Dal lunedì al venerdì
dalle 08:00 - 12:30 e dalle 15:30 - 18:30

06.44.230.851