Accertamenti diagnostici e attività ambulatoriali del San Domenico

Prenota visite specialistiche

Il paziente che accede presso la Casa di Cura sceglie in assoluta libertà il proprio medico specialista il quale diventa il suo "medico curante" cui far riferimento per ogni esigenza connessa alla malattia.

La degenerazione maculare legata all’età è la maggiore causa di grave riduzione visiva nei paesi industrializzati. Colpisce 8-10 persone su mille di oltre 50 anni e il 25% dei soggetti oltre i 75 anni. Si divide in una forma di tipo secco non essudativo e in una forma sieroemorragica.

E' un esame non invasivo che consente lo studio accurato della curvatura corneale. Risulta molto utile per il monitoraggio di molte patologie corneali caratterizzate da altera-zioni della conformazione corneale quale il cheratocono, indispensabile per la valutazione post-chirurgica dei trapianti corneali e la chirurgia refrattiva ed utile per la contattologia.

La valutazione dello spessore corneale risulta indispensabile per la programmazione di interventi di chirurgia refrattiva corneale sia mediante cheratotomie che mediante la LASIK. Inoltre l’esecuzione di questo esame risulta utile per monitorare l’evoluzione di patologie corneali caratterizzate da un progressivo assottigliamento stromale.

L’ultrabiomicroscopia è una forma particolare di ecografia ad altissima risoluzione, attualmente limitata alla parte anteriore del-l'occhio. Serve per lo studio della camera anteriore, della cornea, dell'iride e del corpo ciliare, che vengono mostrate in sezione.

L’ecografia oculare impiega gli ultrasuoni per la visualizzazione delle strutture interne dell'occhio. E' di massima utilità quando non è possibile un'esplorazione diretta delle strutture stesse, ad esempio a causa di una opacità corneale, di una cataratta avanzata o di un emorragia.

Retinografia/Fotografia del segmento posteriore L’esecuzione di una fotografia del segmento posteriore trova particolare indicazione nel monitoraggio di alcune patologie e nel decorso postoperatorio successivo a chirurgia vitreo-retinica.

La Tomografia a Coerenza Ottica, chiamata in breve OCT dall’abbreviazione del suo termine inglese Optical Coherence Tomography, e’ una nuova tecnica diagnostica non invasiva che consente la visualizzazione di sezioni trasversali retiniche ad alta risoluzione (circa 10 micron) utilizzando per l’acquisizione delle scansioni un raggio di luce di lunghezza d’onda nel vicino infrarosso (845 nm).

Pagina 1 di 3

CASA DI CURA SAN DOMENICO

Dal lunedì al venerdì ore 08:00 - 12:30 / 15:30 - 18:30
Sabato: ore 08:00 - 12:30

06.44.230.851

info@sandomeniconline.it

Piazza Sassari, 5, 00161 Roma RM

PRENOTA UNA VISITA 

Chiama secondo i seguenti orari:
Dal lunedì al venerdì
ore 15:00 - 19:00

06.44.230.851