Accertamenti diagnostici e attività ambulatoriali del San Domenico

Prenota visite specialistiche

Il campo visivo è la porzione di spazio che un occhio riesce a vedere, nello stesso istante, fissando un punto. La campimetria può essere di due tipi: cinetica e cioè la mira luminosa che il paziente deve percepire passa dal non visto al visto; statica la mira luminosa è ferma nello spazio ma cambia la sua intensità. Attualmente nella diagnosi precoce del glaucoma il test campimetrico più usato è quello statico di tipo computerizzato.

Esame che studia mediante l’ introduzione per via endovenosa di un mezzo di contrasto (fluoresceina), il circolo vascolare retinico. Attraverso una sequenza fotografica si possono evidenziare alterazioni funzionali ed anatomiche della retina.

Esame che studia mediante l’ introduzione per via endovenosa di un mezzo di contrasto (verde di indocianina) il circolo coroideale attraverso una sequenza fotografica, che impiega particolari apparecchi che permettono l’ utilizzazione della luce ad infrarosso.

Esame che studia mediante l’ introduzione per via endovenosa di fluoresceina il circolo vascolare irideo. L’ impiego di questa metodica è vantaggioso nella valutazione delle flogosi del segmento anteriore, nelle neovascolarizzazioni iridee e nelle neoplasie

Il campo visivo è la porzione di spazio che un occhio riesce a vedere, nello stesso istante, fissando un punto. La campimetria può essere di due tipi: cinetica e cioè la mira luminosa che il paziente deve percepire passa dal non visto al visto; statica la mira luminosa è ferma nello spazio ma cambia la sua intensità.

Gli esami elettrofunzionali valutano la funzionalità delle differenti strutture che compongono la via nervosa visiva (retina, nervo ottico,vie ottiche e corteccia cerebrale occipitale). Fra i vari esami elettrofunzionali rivestono particolare importanza l'Elettroretinogramma per lo studio delle varie componenti retiniche (ERG) ed i Potenziali Evocati Visivi per lo studio delle vie ottiche (PEV).

L’Ocular Blood Flow system è una nuova apparecchiatura che permette, in modo non invasivo, la misurazione del flusso ematico oculare. Lo strumento funziona mediante una sonda posta sulla superficie oculare che registra le minime variazioni di pressione oculare che intervengono per ogni sistole cardiaca. Un computer elabora questi dati fornendo il flusso ematico coroideale.

La tonografia consiste nella misurazione della pressione intraoculare per alcuni minuti mentre l’occhio è sottoposto al peso del tonometro di Schiotz, in questo modo è possibile determinare quanto rapidamente decresce la pressione intraoculare e calcolare quindi il coefficiente di facilità di deflusso dell'umor acqueo.

CASA DI CURA SAN DOMENICO

Dal lunedì al venerdì ore 08:00 - 12:30 / 15:30 - 18:30
Sabato: ore 08:00 - 12:30

06.44.230.851

info@sandomeniconline.it

Piazza Sassari, 5, 00161 Roma RM

PRENOTA UNA VISITA 

Chiama secondo i seguenti orari:
Dal lunedì al venerdì
dalle 08:00 - 12:30 e dalle 15:30 - 18:30

06.44.230.851